ottobre 22, 2019 @ 11:41 am - scritto da Redazione

Mercoledì 8 e Giovedì 9 Ottobre padre Ibrahim è stato ospite della nostra scuola parrocchiale “Maria Immacolata”, ha tenuto due testimonianze, una per i bambini e una per gli adulti raccontando ciò che vive la sua gente e cosa vuol dire per lui rispondere oggi all’invito che il Signore fece a san Francesco: “ripara la mia casa”.

P INato a Damasco, in Siria, nel 1971 da una famiglia cristiana, Ibrahim Alsabagh cresce nella capitale dove si diploma, iscrivendosi in seguito alla facoltà di medicina. Dopo tre anni di università decide di entrare in un seminario orientale, in Libano, dove rimane per quattro anni. Successivamente entra nell’ordine dei frati minori a servizio della Custodia di Terrasanta. Nel 2004 viene ordinato sacerdote. Nel 2014 mentre studia a Roma, riceve l’invito dall’allora suo superiore padre Pierbattista Pizzaballa: «il Custode mi ha spiegato che c’era bisogno di frati ad Aleppo e mi ha chiesto ancora la mia opinione. Dalla mia bocca a quel punto è uscita la stessa risposta data al Signore tanti anni fa, quando avevo 19 anni: “eccomi”!».

 

 

Aiutiamo Padre Ibrahim

In segreteria dell’oratorio potete trovare uno dei suoli libri: “Viene il mattino, Aleppo, Siria. Riparare la casa, guarire il cuore” (Edizioni Terra Santa). Sempre in segreteria dell’oratorio (in via De Martino 1), potete trovare dell’olio d’oliva la cui vendita sostiene le opere della martoriata parrocchia di padre Ibrahim Alsabagh ad Aleppo.

Leave a Reply

Archivio